Sole, ferro e zolfo: così è nata la vita

0 255

Un team di ricerca dell’Università di Trento svela come l’energia solare potrebbe aver contribuito in modo determinante all’attivazione dei gruppi ferro-zolfo necessari allo sviluppo delle prime forme di vita sul nostro pianeta.
Per sopravvivere tutti gli organismi hanno bisogno di energia, come è possibile che le prime cellule viventi siano nate senza energia?
I ricercatori dell’Università di Trento potrebbero avere trovato una risposta chiave nell’alleanza tra Sole e gruppi di ferro e zolfo, elementi alla base degli enzimi  necessari alla vita, forse fluttuati sopra i mari primordiali circa 4 miliardi di anni fa.

Sheref Mansy, ricercatore del Cibio (Centro di biologia integrata dell’Università di Trento) e leader dello studio, spiega
“Abbiamo scoperto che un’enorme varietà di peptidi, precursori delle proteine con soli tre amminoacidi di lunghezza, potrebbe aver facilitato la formazione dei gruppi ferro-zolfo.Sorprendentemente, questo processo è stato aiutato dalla luce del sole, in un modo  che ricorda i meccanismi chimici sfruttati dalle cellule moderne.il nostro lavoro fornisce un’idea di come il metabolismo potrebbe essere emerso per la prima volta. Si tratta di un meccanismo molto importante, perché senza metabolismo una cellula non può sopravvivere. Del resto, per sopravvivere tutti dobbiamo mangiare”

TI POTREBBERO PIACERE ANCHE...

Lascia un commento

Your email address will not be published.